Problemi di erezione: perché e come risolverli

Nel mondo, più di 150 milioni di uomini soffrono di disfunzione erettile, comunemente chiamata anche impotenza; in particolare, nel nostro Paese a soffrire di questa vera e propria patologia è circa un decimo dei maschi adulti: si tratta per lo più di uomini con un’età superiore ai cinquant’anni, quando, cioè, il tempo comincia a presentare il conto ed iniziano ad insorgere i primi problemi di salute di una certa entità.

La disfunzione erettile può essere di diversa gravità ma, in ogni caso, porta all’incapacità di mantenere il pene in erezione quel tanto che basta ad avere un rapporto sessuale completo, rendendo, di fatto, impossibile un atto soddisfacente per entrambi i partner. Questo accade perché viene meno, a causa di vari fattori, l’afflusso di sangue nei corpi cavernosi del pene, non permettendo a quest’ultimo di andare in erezione.

Con il passare del tempo la potenza sessuale di ogni uomo tende a scendere e l’insorgenza di almeno uno dei fattori scatenanti questo disturbo si fa sempre più probabile ma, proprio perché le cause sono molteplici, lo sono anche i rimedi, che permettono di ridurre, e in alcuni casi addirittura eliminare, un problema molto serio come l’impotenza.

Dunque, i problemi di erezione sono più diffusi di quel che uno pensa e, proprio come per il resto del nostro organismo, dipendono da una serie di cause che, da sole o associate ad altri fattori, possono portare a gravi problemi sessuali (e non solo).

Proprio come una macchina, il nostro corpo funziona alla perfezione solo se ogni sua componente è al meglio, e lo stesso vale per il pene: se la produzione di ormoni è nella norma, si gode di buona salute psico-fisica, le arterie sono in buono stato, non si prendono particolari farmaci, che possono scombinare il sistema endocrino, e non si hanno gravi patologie croniche, la disfunzione erettile diventa gioco forza piuttosto rara. Tenendo d’occhio questi aspetti della propria salute, si può contrastare efficacemente questa patologia tanto comune quando fastidiosa, che non permette alla vita di essere vissuta con pienezza.

Disfunzione erettile: combatterla con una vita sana

vita sana contro l'impotenza

Il fumo di sigaretta, la sedentarietà e la cattiva alimentazione, tre grandi mali tipici dei nostri tempi, giocano un ruolo determinante nell’insorgere di questa patologia, costituendo una vera e propria rampa di lancio verso problemi più seri, tra i quali l’impotenza sembra essere quello meno preoccupante.

Una cattiva condotta di vita porta sempre a delle conseguenze negative per la propria salute, ma c’è sempre tempo per un’inversione di rotta, a cominciare dallo smettere di fumare: la disfunzione erettile è solo uno dei tanti aspetti che migliorano quasi immediatamente appena si dice no alle sigarette, con i rischi di ictus, infarto e tumori che si abbassano drasticamente.

Anche praticare un po’ di esercizio fisico può migliorare l’afflusso di sangue in ogni parte del corpo, anche nei corpi cavernosi che formano il pene e che, vedendosi irrorati con più regolarità, riprenderebbero a funzionare con più costanza e potenza.

In ultimo, un’alimentazione sana porta benefici sotto ogni punto di vista, anche sotto le lenzuola, andando a migliorare la circolazione sanguigna: evitare cibi ricchi di grassi, non mangiare troppa carne, specialmente quella rossa, e prediligere sempre prodotti di stagione sono piccoli trucchi in grado di apportare sorprendenti benefici, anche a letto.

Stress e ansia: prime cause di problemi di erezione

disfunzione erettile da stress

Un altro grande male dei nostri tempi è senza dubbio la depressione, un argomento estremamente delicato e da prendere con le pinze: in Italia sono oltre tre milioni le persone che soffrono di episodi depressivi, in maggioranza donne, ma anche molti uomini, soprattutto da una certa età in poi, soffrono di questo insidioso problema.

Una salute mentale ottimale è un buon punto di partenza anche per una vita sessuale sana e senza problemi di erezione e la depressione è un grande male che influisce tutti gli aspetti della nostra vita, anche quella sotto le coperte.

Anche le persone che soffrono di ansia cronica sono spesso colpite da problemi di impotenza, a testimonianza del fatto che solo con una mente relativamente serena il corpo può rispondere nel migliore dei modi.

Non sta a noi consigliare quale sia la terapia migliore per combattere quello che per molti anni è stata considerato solamente uno stato d’animo, ma che in realtà è una vera e propria malattia, che incide negativamente sulla vita di chi colpisce e su quella dei propri cari; l’unica cosa da fare, in questi casi, è rivolgersi ad un medico, che indirizzerà il paziente verso un trattamento farmacologico o una terapia. Una volta scacciato questo brutto demone, in moltissimi casi anche i problemi di erezione spariscono.

Impotenza causata dai farmaci

L’impotenza può essere anche causata da una particolare cura che si sta facendo e che, per un motivo o per l’altro, inibisce uno dei fattori che provocano l’erezione. Circa un quarto dei casi di impotenza nel mondo, infatti, è causato da una specifica terapia a base di farmaci che si sta seguendo, soprattutto anti-ipertensivi, che incidono sulla pressione arteriosa e che, se da un lato sono preziosi per curare l’ipertensione, dall’altro possono portare ad avere problemi di erezione.

Anche i beta-bloccanti, i tranquillanti e i diuretici possono avere questo indesiderato effetto collaterale, così come le terapie a base di ormoni, che possono diminuire la produzione di testosterone e, di conseguenza, anche l’impulso del cervello ad avere un’erezione potrebbe venire meno.

In tutti questi casi, è bene leggere bene tutte le controindicazioni della terapia che ci si appresta a fare, chiedendo al medico di spiegare tutti gli effetti indesiderati che potrebbero insorgere e domandando se ci sono alternative terapeutiche altrettanto valide.

Rimedi efficaci per riacquistare l’erezione

rimedi contro i problemi di erezione

Se un cambio nello stile di vita, una salute mentale perfetta e l’assenza di particolari terapie a base di medicine non hanno scongiurato il presentarsi della disfunzione erettile, esistono altri rimedi che permettono in ogni caso una vita sessuale soddisfacente, a cominciare da alcuni farmaci studiati appositamente pe risolvere il problema dell’impotenza.

Viagra, Cialis e numerosi altri preparati sono un valido aiuto per i problemi a letto, dopo, ovviamente, la visita medica di prassi. Ogni uomo reagisce in maniera diversa ad uno specifico medicinale, un medico senza dubbio saprà indicare quale farmaco contro la disfunzione erettile è il più adatto.

Anche la chirurgia può essere una importantissima soluzione, specialmente nel caso di corpi cavernosi danneggiati; esistono, infatti, particolari iniezioni in grado di indurre un’erezione artificiale, per permettere di studiare alla perfezione il pene da eretto ed individuare i possibili danni, al fine di predisporre un intervento ad hoc che risolva, una volta per tutte, il problema.

Attualmente esistono in commercio anche dei validi prodotti naturali che non necessitano di prescrizione medica. Si tratta di integratori naturali sotto forma di pillole, i cui ingredienti sono prevalentemente estratti vegetali. I fondamentali principi attivi presenti in questi prodotti sono Taurina, Ginseng e Tribulus Terrestris; una o due pillole al giorno di questi prodotti sono un valido aiuto per un’erezione soddisfacente. Uno dei migliori prodotti in pillole attualmente in commercio è Tauro Plus, ti invitiamo a dare un’occhiata alla nostra recensione su Tauro Plus per saperne di più.

Tauro Plus, pillole naturali contro l’impotenza

PROVALE!

Oltre alle pillole, è possibile utilizzare gel e creme per il pene come Titan Gel, Tauro Gel, RockMax, ecc. che favoriscono l’aumento dell’afflusso di sangue al pene, garantendo un’erezione migliore e prolungando la durata dell’atto sessuale. Tali creme possono essere utilizzate in qualsiasi momento e sono adatte a qualsiasi età, senza alcuna limitazione.

In ogni caso, la cosa fondamentale è non vergognarsi a chiedere aiuto ad uno specialista, perché lasciare che l’imbarazzo comprometta una vita sessuale soddisfacente non è solo un atto sciocco e privo di senso, ma è anche egoistico nei confronti della propria partner, che si vedrebbe negata quella gioia che solamente il sesso sa regalare.

Lascia un commento

×